COME L’ANSIA DA COVID-19 IMPATTA SUL NOSTRO SONNO

Share
COME L’ANSIA DA COVID-19 IMPATTA SUL NOSTRO SONNO

COME L’ANSIA DA COVID-19 IMPATTA SUL NOSTRO SONNO

A causa della pandemia il 50% della popolazione ha iniziato a risentire di disturbi del sonno. Anche i bambini possono manifestare i sintomi e i problemi potrebbero persistere anche una volta revocato lo stato di pandemia.

Da vari studi è emerso come, a causa del lockdown e in generale degli scompensi creati dalla pandemia, il 50% della popolazione italiana ha iniziato a risentire di disturbi del sonno. E’ stato Giuseppe Plazzi, presidente dell’Associazione Italiana di Medicina del Sonno (AIMS) e Direttore del Centro per lo Studio e la Cura dei Disturbi del Sonno all’Ospedale Bellaria di Bologna, ad esporre l’argomento al Congresso della Società italiana di Neurologia, facendo riferimento a due diversi lavori pubblicati sulle riviste The Lancet Psychiatry e Jama Open.

Dal primo studio si è evinto che, su un campione di 60mila persone ammalatesi di Covid-19, l’insonnia è al secondo posto tra i disturbi collaterali provocati dalla malattia. Il secondo, condotto in Canada da Charles Morin, ha constatato che, una volta comparsa (e a prescindere dalla causa scatenante), l’insonnia ha una forte tendenza a diventare permanente. Un problema, dunque, che potrebbe persistere anche oltre la pandemia.

Da un ampio studio italiano, coordinato dall’Università di Parma e pubblicato sulla rivista Frontiers of Psychology, è emerso che il 55.3% dei seimila casi indagati lamentava una ridotta qualità del sonno: i maggiori sintomi con il quale il disturbo si manifesta sono il ritardo ad addormentarsi, frequenti risvegli durante la notte e l’esperienza di sogni poco piacevoli; ad accusare di più tali disturbi sono stati donne e bambini.

Inoltre, le sregolatezze nel dormire possono far sì che anche il metabolismo ne risenta largamente. Aumento dell’appetito e pasti fuori orario, insieme ad un aumento della resistenza all’insulina, porterebbero ad un possibile aumento di peso, con i relativi problemi che questo può determinare. Un circolo per nulla virtuoso, che riguarda allo stesso modo soggetti di diverse età.

 

Fonti:
https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/neuroscienze/covid-19-ha-lasciato-il-segno-anche-sul-nostro-sonno
Poor Sleep Quality and Its Consequences on Mental Health During the COVID-19 Lockdown in Italy, Frontiers in Psychology
Bidirectional associations between COVID-19 and psychiatric disorder: retrospective cohort studies of 62?354 COVID-19 cases in the USA, The Lancet Psychiatry
Incidence, Persistence, and Remission Rates of Insomnia Over 5 Years, Jama Network Open
Stai per lasciare il sito web

Stai per lasciare il sito web ABCDepressione di proprietà di Janssen-Cilag S.p.A.

Le informazioni contenute nel sito web a cui stai per accedere potrebbero non essere conformi alla normativa vigente in materia di pubblicità sui medicinali.

Janssen-Cilag S.p.A. non è responsabile per la privacy policy del sito web a cui ti porterà questo link, nè per l'attendibilità o correttezza dei contenuti pubblicati all'interno del sito stesso.

Premi OK per continuare.